✒ Viaggi ❥Taormina e Castelmola: tra i borghi più belli al mondo.

1
✒  Ogni momento è utile per una fuga e questa volta sono rimasta in Sicilia per godere del suo clima e cogliere l’occasione per ammirare il mio amato “super prodotto americano” della Pop Art: Andy Warhol. Ma….”partiamo dall’inizio!
Sono stata a taormina dal 3 al 6 Aprile 2015 e il clima è stato mite, le temperature si sono aggirate tra i 7 e i 15  gradi, ma il sole mi ha riscaldata.
Se mi chiedessero le mie prime impressioni su Taormina, conferemerei ciò che penso da una vita: è un piccolo sogno, un borgo tra i più belli in italia, un gioiello immerso nei profumi di fichi d’India, agrumi e tra le architetture medievali, i siti romani, i resti greci e ancora pagode orientaleggianti, gran parte delle quali dovute a Lady Trevelyan, una delle poche donne viaggiatrici dell’Ottocento, colei che ha inventato la Taormina dei giorni nostri, regalandole la Villa comunale, l’ospedale, moltissimi altri siti e donando moltissima ricchezza alle donne dell’epoca sotto forma di dote: vi consiglio caldamente di leggere la sua biografia.
Tutto ciò però è osteggiato dall’ineducazione di alcuni (non amo generalizzare) commercianti troppo boriosi e pieni di sè. Amo ripetere sempre che “Signori si nasce”.

Torniamo alle cose belle, Florence Trevelyan: una vita strappata ad infiniti dolori, tra cui il lutto della sorellina e del figlio poi e una vita da estradata per una banale relazione con l’allora futuro re coniugato Edoardo VII. Una donna per ciò stesso costretta ad abbandonare la Gran Bretagna e viaggiare dapprima per 30 mesi e poi per sempre, fin quando non si stabilirà a Taormina, arricchendola in ogni modo e rendendola nota agli illustri scrittori del tempo, Wilde e D’Annunzio tra i tanti.. Ed è per questo che Taormina subisce le influenze delle Pagode orientaleggianti, si arricchisce dell’umiltà di Florence e del marito, il medico Salvatore Cacciola, che volle essere seppellito in una fossa anonima «per continuare a stare vicino agli umili ai quali era stato sempre vicino».
Il marito acquistò anche l’isola Bella impedendo per sempre che gli eredi potessero costruirvi, ed è per questo che ci è arrivato un altro gioiello incontaminato e selvaggio.
In ordine:

1) Alloggio: ho prenotato tramite Booking un monolocale, uno degli appartamenti ComeinSicily al primo piano di una via e mi è stato assegnato un seminterrato con finestra altezza strada della via alle spalle (un ex magazzino?) in cui, tra le tante cose, l’acqua colava nella porta finestra per l’umidità. Il gestore si è reso disponibilissimo, ma solo dopo che le sue collaboratrici sono state, diciamo, “poco collaborative”: ha messo in locazione un appartamento sprovvisto di tv, wifii, con le finestre a giorno senza tende (con sveglia alle 5 del mattino per la luce), senza phon (perchè dopo un viaggio è ovvio non farsi la doccia), senza le maniglie nei pensili e nei mobili, senza appendini negli armadi (in modo da riprodurre tipiche scene siciliane di biancheria stesa al sole), senza piumoni in un ambiente a dir poco umido, senza utensileria varia in cucina, con una doccia fornita di bocchette idromassaggio che puntano direttamente sulla tendina (per annegare chi è nel wc al fianco. Un box?!), con i condizionatori posizionati per farvi passare dal getto diretto dell’uno a quello diretto della stanza da letto (per morire di polmonite come la Trevelyan, rimanendo in tema), tutte cose per le quali ho pagato. Ma mi ha manlevato dalle spese di pulizia, ovviamente non effettuata, cosa credete, che vi regalino qualcosa? Babbani!

4 5

2) Food: attrezzata pochissimo per l’alimentazione celiaca gluten free; prezzi medi dei ristoranti sono davvero alti e così anche per le Caffetterie (un caffè costa da 1 € a 3€ nei bar del Corso Umberto) quindi vi do alcuni consigli per fascia di prezzo:
– sotto al Duomo, il panificio Da Cristina con ristorante annesso.
– il ristorante “Il Tiramisù” vicino l’Arco dei Cappuccini
– la pasticceria D’amore, a latere del Palazzo Corvaja

3

3) “Made in Warhol“, la mostra di Andy Warhol presente fino al 7 Giugno 2015 con le famose serigrafie di Marilyn Monroe e le copertine di album famosissimi, direttamente dalla collezione privata Rosini-Gutman.

2

4) Il Teatro greco romano: nasce come un santuario nel III secolo a.c., il teatro di Tauromenion è di una bellezza sconvolgente, una struttura originariamente greca poi ammodernata dai romani, secondo in Sicilia al Teatro di Siracusa, si staglia tra l’Etna e il mare e offre una splendida panoramica sulla flora e sull’Isola Bella.

6

5) La Villa comunale di cui vi ho parlato prima.

1011

6) Castelmola: un borgo meraviglioso che si trova poco più in alto di Taormina, immediatamente raggiungibile con un Interbus in 20 minuti. Del Castello rimane strutturalmente poco, ma a livello di vedute che offre, è un sogno dentro un sogno (Poe). Vi consiglio il famoso Bar Turrisi caratteristico per le rappresentazioni falliche che lne adornano le mobilia e una buona cucina.

7 8 9

Lovely Share!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>