✒ Viaggi ❥ Berlino: cose da non perdere! #1

berlino
✒ Una delle mie più grandi passioni è rivolta ai viaggi, conoscere il mondo è un’esperienza impagabile e lo faccio a qualsiasi costo e in qualsiasi condizione.
Ed è per questo che voglio condividerla con voi e scrivere questi articoli dedicati, a 4 mani, insieme alla mia metà, Roberto, indicandovi le cose da non perdere e le cose più belle da fare, in maniera decisamente diversa dalle solite guide turistiche.
Così nasce la nostra rubrica sulle 10 cose da fare e vedere per ogni posto visitato.
Nella settimana di ferragosto del 2014 abbiamo potuto visitare due città a dir poco meravigliose: Amburgo e Berlino.
Concentriamoci su Berlino città nella quale abbiamo trascorso 5 giorni, dall’ 11 al 16 Agosto. La temperatura si aggirava tra i 7 e i 16 gradi quindi vi consiglio spassionatamente di vestire a strati.
La mia passione per Berlino nasce dal mio desiderio di percorrere la scia dell’Olocausto e della tragedia umana, per non dimenticare e per avere sempre salda la speranza verso la vita.
Le nostre giornate sono state interminabili perché siamo dei turisti mattinieri e abbiamo camminato tantissimo, con una media di 13 ore al giorno.
Una premessa è necessaria: i locali berlinesi non sono per nulla attrezzati per la celiachia, quasi mai incontrerete locali gluten free ma potete sempre entrare nei DM (una catena di suermercati) dove oltre ai prodotti senza glutine, per le patite di makeup trovate il brand Alverde, non acquistabile in Italia.

Le cose da non perdere:

1) Holocaust Museum. Vi sembrerà di camminare in un cimitero monumentale composto da 2711 steli di cemento, di diversa grandezza quasi a rappresentare uomini, donne e bambini di diversa età ed etnia, e vi sembrerà di sentire le urla delle loro anime sacrificate. Realizzato dall’architetto newyorkese Eisenmann: un labirinto di pensieri e di spiritualità in cui risuona il rumore dei vostri passi che ricorda la durezza della verità.
Consigliata al tramonto, quando le ombre delle lapidi si allungano e si creano suggestivi riflessi di luce (Quartiere Mitte – Centro)

berlino1

2) Il muro di Berlino – East Side Gallery: Addentrandovi nel quartiere di Friedrichshain vi potrete immergere in uno scenario rivoluzionario: le luci delle case che si riflettono sul fiume Sprea e si specchiano nell’altra sponda, nei colori del tratto del muro di Berlino più lungo rimasto.La più grande galleria di murales a cielo aperto al mondo lunga 1300 km , purtroppo rovinata da tagger e turisti che si ostinano a lasciare un loro ricordo sul lavoro di restauro effettuato dagli stessi artisti nel 2009. Tra questi, i più famosi raffigurano il famoso bacio omosessuale tra gli allora leader dell’ URSS e della DDR.
Situato a Est della città, è frequentato da molti giovani alternativi in giro per i grandi viali pieni di pub.
Molto bella l’atmosfera alla fermata della metro (capolinea), sempre pieno di artisti di strada e musicisti.(Quartiere di Friedrichshain)

muro
3) Reichstag e Porta di Brandeburgo: Il Reichstag è uno dei simboli di Berlino, devastato da un incendio di natura dolosa nel 1933, è stato, dopo anni di abbandono, restaurato con l’innesto di una cupola di vetro molto suggestiva. Sede del parlamento federale (Bundestag), si staglia di fronte a un’enorme e bellissimo prato dove molti turisti amano riposarsi e stendersi per un pic nic. A pochi passi troviamo la Porta di Brandeburgo, valicata trionfalmente da alcuni dei più grandi leader della storia, dai Kaiser Prussiani, a Napoleone e Hitler (Quartiere Mitte)

reich+

brande

4) Check Point Charlie: E’stato uno spartiacque tra due mondi, dividendo Urss e DDR. Uno dei pochi crocevia in cui alcuni ufficiali e persone illustri potevano attraversare il muro, allora fortemente sorvegliato, di cui oggi rimangono solo una guardiola, una riproduzione in cemento di un ammasso di sacchi di canapa da trincea e un cartello “di inizio” e “di fine” di territorio tra l’area soggetta alle forze alleate della NATO e quelle sovietiche della DDR e URSS.
Consigliato in orario non serale causa eccessiva confusione. (Quartiere Friedrichstrasse)

ber111

5) Dom e lungo fiume: Il Duomo di Berlino fu costruito nell”800 in stile rinascimentale italiano, come gran parte delle architetture amburghesi e berlinesi, si erge imponente sull’affascinante fiume Sprea. Tutta l’area circostante è veramente molto graziosa e si addice ad aperitivi e spuntini nei caratteristici locali sul lungo fiume. Nella stessa zona potete ammirare alcuni dei più bei musei della città (Quartiere Mitte – Centro)

Buon viaggio e vi aspettiamo per la seconda parte!
Alessandra e Roberto

Lovely Share!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>